ENG
GIANPAOLO ANTONGIROLAMI
    Con entusiasmo mi dedico alla diffusione della musica che ritengo bella, sia essa di matrice accademica, d'avanguardia o popolare, senza limitazioni di genere. E mi piace condividere questa mia passione con compositori, musicisti e artisti che mostrano il mio stesso interesse per la ricerca di nuove espressioni musicali, accettando ogni sfida, senza timore.    
BIOGRAFIA

Gianpaolo Antongirolami ha studiato sassofono al Conservatorio di Fermo dove si è diplomato con il massimo dei voti nel 1987. Si è successivamente perfezionato con sassofonisti di fama mondiale quali Serge Bichon e in particolare Jean-Marie Londeix. Ha conseguito inoltre il diploma in Musica elettronica presso il Conservatorio di Pesaro e più recentemente in Musica da camera.
Svolge attività concertistica suonando in varie formazioni cameristiche, collaborando - anche in qualità di solista - con importanti orchestre quali I Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, l'Orchestra Filarmonica Marchigiana, l'Orchestra Sinfonica di Grosseto, l'Orchestra Ukraina di Kiev, l'Orchestra Sinfonica di Foggia, l'Orchestra Fabriano Festival.
Attivo soprattutto nell'ambito della contemporanea, ha eseguito numerose prime esecuzioni assolute di brani spesso a lui dedicati. Nel suo repertorio sono presenti inoltre le opere dei più significativi compositori del XX e XXI secolo tra i quali Berio, Bryars, Cage, Donatoni, Eötvös, Gentilucci, Glass, Grisey, Lang, Manzoni, Nyman, Riley, Risset, Rzewski, Scelsi, Sciarrino, Stockhausen, Tenney, Torke, Vaggione, Xenakis, Zorn.
Sempre attento alle innovazioni e alla sperimentazione, dal 1995 ha focalizzato il suo interesse sulla musica elettroacustica attraverso una continua ricerca tesa allo sviluppo del repertorio e a costanti partecipazioni a festival e rassegne del settore come il Festival Synthese di Bourges (F), Spaziomusica (Cagliari), La Terra Fertile (L'Aquila), i Colloqui di Informatica Musicale (Firenze; Udine, Cagliari), Nachtstrom (Basilea), Festival della Scienza (Genova), I Venerdì del Conservatorio (Napoli), Acusmatiq (Ancona).
Grazie al suo costante e instancabile impegno per la diffusione della musica contemporanea, l'associazione internazionale SaxAmE - The Saxophone in America and Europe - lo ha inserito nel volume di prossima uscita "Saxophone soloists and their music" (Indiana University Press) che conterrà le biografie dei più significativi sassofonisti al mondo degli ultimi 20 anni.
Ha effettuato incisioni discografiche per SuonoSonda, Cemat Italia, Ars Publica, Edipan, Sumtone, KHO Multimedia Productions, Khepera, Rara Music WorX, e registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai.
Antongirolami è regolarmente invitato a tenere corsi di perfezionamento, masterclass e concerti presso prestigiosi enti ed istituti musicali europei quali la Musikhochschule di Freiburg (D), la Universität Mozarteum di Salzburg (A), la Keele University e la University of Edinburgh (UK).
È titolare della cattedra di saxofono presso il Conservatorio di Musica di Perugia.

«(...) Antongirolami è un magnete da cui non si possono staccare gli occhi tanto è intensa anche fisicamente l'esecuzione e curiosa la tecnica di lettura di misteriosi spartiti (...)»
- Carlo Vantaggioli, www.tuttoggi.info, 6 Maggio 2015

«(...) Nella giornata del festival intitolata Sax Machine il bravissimo solista Gianpaolo Antongirolami ha interpretato brani per il suo strumento (quasi tutta la famiglia dei sax) ed elettronica. Thema di Horacio Vaggione è un brulicare agitato di suoni nel dialogo tra il sax basso tutto soffiato e il flusso discontinuo delle macchine. Roberto Doati nel suo lavoro Il domestico di Edgar evoca Charlie Parker e la sua voglia di Varèse, fa cantare quasi straight il sax alto e poi lo vira verso il free, il tutto col supporto di suoni artificiali ricchi di varianti. Per Saxony di James Tenney il solista passa dal baritono al soprano al tenore al contralto e il gioco è di riprese di motivi tra strumenti e macchine. Da primo premio Kairós di Agostino Di Scipio. L'idea del continuum elettronico con "interferenze" del sax soprano si articola in magnifiche rarefazioni e spunti che ricordano l'improvvisazione totale.»
- Mario Gamba, Il Manifesto, 19/11/2009

«(...) Gianpaolo Antongirolami, dalla tecnica assolutamente straordinaria (...)»
- Francesca Odilia Bellino, All About Jazz

«(...) Il fondatore dello spettralismo, un'esperienza soprattutto francese, Gérard Grisey, non può sbagliare qui al Teatro Lauro Rossi. E infatti il suo Anubis et Nout (1983/'90) per saxofono basso, interpretato dal gran virtuoso e gran sapiente Gianpaolo Antongirolami, è un brano che convince. Parte con maniacali giochi di melodie, sembra dire che l'analisi meticolosa della struttura fisica dei suoni non produce di per sé alcuna ebbrezza o ulteriore conoscenza dell'ascolto, poi si inoltra in un'atmosfera di tenebra, in una serie commovente di suoni singoli tenui, sospesi, lasciati soli da pause lunghissime. (...)»
- Mario Gamba, Il Manifesto 9/4/2014

«(...) Dalla prima all'ultima nota, Antongirolami, che è stato chiamato dalla Musikhochshule ad insegnare come ospite in un corso a Freiburg, ha dimostrato di essere un maestro nella sua materia. Ha suonato con swing nella "Fantaisie-Impromptu" di André Jolivet, "motorico" nella "Scaramouche" di Darius Milhaud e con spirito nelle "Dances-Exotiques" di Jean Françaix: Antongirolami è stato altamente accurato sotto tutti gli aspetti espressivi ed interpretativi, curando la ricchezza timbrica del suo strumento (...); in nessun ambito espressivo ci sono stati problemi. Ma è in particolare con il brano a solo "Le frène égaré" di Francois Rossè che Antongirolami ha prodotto il più largo spettro di colori dimostrando in maniera impressionante le qualità del sassofono nella Nuova-Musica. (...)»
- John Adam, Badische Zeitung, Freiburg 1993

«(...) Ed ecco Lucida sidera (2004) [di Stefano Scodanibbio] per quartetto di sassofoni, stesso principio ideativo-compositivo ma meno abbandono. Impeccabili gli Alea, il cui leader è Gianpaolo Antongirolami. (...)»
- Mario Gamba, www.alfabeta2.it 23/4/2013


altre recensioni


Scarica la biografia in formato PDF
biografia lunga | biografia minima